Servizi

Test di Amsler

massimonicolo

Test di Amsler
Per individuare il prima possibile la METAMORFOPSIA che è il sintomo più tipico e precoce della degenerazione maculare

Cosa è il Test di Amsler?
Si tratta di un test molto semplice che possiamo fare tranquillamente a casa in qualsiasi momento. Lo scopo del test è individuare il più precocemente possibile la METAMORFOPSIA che è il sintomo più tipico e precoce della degenerazione maculare. Per metamorfopsia intendiamo la deformazione, ondulazione, distorsione di tutto ciò che è dritto (righe, stipiti delle porte, gradini….). Di solito si avverte meglio durante la lettura per cu il paziente percepisce le righe del giornale distorte, ondulate o spezzate. Purtroppo questo sintomo non sempre viene notato precocemente perché spesso il paziente non si accorge del disturbo fino a quando non si copre l’occhio sano.

Come si esegue il test di Amsler?
– se necessario indossare gli occhiali per leggere
– coprire con il palmo della mano l’occhio sinistro
– tenere con la mano destra il test alla normale distanza di lettura
– fissare con l’occhio destro il punto al centro della griglia
– fare attenzione se si osservano le righe deformate, distorte, spezzate; oppure se è presente una macchia scura 
– ripetere la stessa procedura per l’altro occhio

Chi deve eseguire il Test di Amsler?
In linea di massima tutte le persone che sono a rischio di sviluppare la degenerazione maculare e quindi:
– le persone di età superiore ai 50 anni
– i miopi elevati
– le persone che abbiano avuto già un occhio colpito dalla malattia
– le persone alle quali sono state riscontrate durante una visita oculistica di routine dei particolari fattori di rischio come la presenza di drusen (in particolari molli) presenti sulla retina. Le drusen sono degli accumuli color giallo che si depositano sotto la retina e sono l’espressione della difficoltà a smaltire le sostanze di scarto.

Come si presenta il test di Amsler?
Originariamente il test di Amsler era costituito da un foglio a quadretti con sfondo nero e righe bianche delle dimensioni di 10X10 cm contenente 400 quadratini. Oggi il test viene proposto invece su un foglio bianco con righe nere. Il motivo di questo passaggio dallo sfondo nero al bianco è meramente economico in quanto lo sfondo nero costa di più. Per cui ad oggi è difficile trovare in commercio dei test di Amsler con sfondo nero e righe bianche. In realtà sul numero di Giugno 2005 della rivista scientifica Retina (la più prestigiosa in campo internazionale) è stato dimostrato che il test originario di Amsler (sfondo nero e righe bianche) e più attendibile rispetto a quello utilizzato oggi (sfondo bianco e righe nere).

References
Dott. Massimo Nicolo
Medico Chirurgo, Oculista
Genova, Via G. Macaggi 25 int.3 tel. 010-542057
www.occhioallaretina.it