Archivio Casi Risolti

Nausea e conati di vomito dopo fluorangiografia

massimonicolo

Nausea e conati di vomito dopo fluorangiografia
Settembre 2006 – Caso del Mese

Paziente femmina di anni 76 sottoposta nel passato a tre terapie fotodinamiche, esegue fluorangiografia di controllo. Trascorsi non più di 1-2 minuti (Figura 1, 2, 3) dall’iniezione del colorante, la paziente viene colta da nausea e conati di vomito per cui l’esame viene temporaneamente sospeso per essere ripreso dopo circa 10 minuti (Figura 4). Dopo 10 minuti qualcosa è successo perché le immagini appaiono decisamente diverse.


SOLUZIONE
Si tratta di un caso di rottura di un macroaneurisma arterioso a seguito probabilmente di una manovra di Valsalva avvenuta durante l’episodio di nausea. Il macroaneurisma è ben visibile in angiografia.
Il caso risale al 2001, quando muovevo i primi passi sotto la guida del Prof. Felice Cardillo Piccolino. Ricordo ancora adesso la sorpresa che ebbi quando ripresi a fotografare la paziente nel vedere che il polo posteriore era decisamente cambiato. Chiamai il Prof. il quale dopo aver preso visione delle angiografie e visitato la paziente mi chiarì le idee sull’evento!
Un ringraziamento per la tempestiva risposta al caso va al collega Emanuele Di Bartolo di Pisa che ci ha scritto sul forum.